RallyManiaStory


Vai ai contenuti

Menu principale:


Fassina Tony

Schede Piloti > A - M

articolo gentilmente concesso da http://www.gruppofassina.it


Tony Fassina nasce il 26 luglio 1945 a Valdobbiadene, in provincia di Treviso. Affascinato dalle gesta del veneto Sandro Munari, debutta nel mondo del rally nel 1969, all'età di 24 anni, a bordo di un'Alfa Romeo 1750 nella Coppa Piave.
Nel 1970 passa alla Renault 8 Gordini e dal 1971 al 1974, alla Alpine-Renault. Proprio nel 1971, all'esordio con questa vettura, coglie il primo successo in carriera al Rally dei Monti Savonesi.
Il 1975 è l'anno del debutto sulla mitica Lancia Stratos, vettura molto potente, che si rivela adatta al suo stile di guida, permettendo di coniugare la spettacolarità ai risultati. La prima stagione con la Stratos si conclude nel migliore dei modi: Tony vince il Trofeo Rally Nazionali.
Nel 1976 bissa il successo dell'anno precedente laureandosi Campione Italiano Rally con la stessa vettura, mentre nei 2 anni successivi decide di correre con la Fiat 131 Abarth con la quale ottiene importanti piazzamenti.
Abituato a vincere, nel 1979 ritorna a bordo della Lancia Stratos e conquista nuovamente il Campionato Italiano Rally. Sul finire della stagione Tony vince il Rally di San Remo, una delle prove più prestigiose del mondiale. Lui stesso definisce questo successo come il più bello: è il primo pilota 'non ufficiale' a conquistare una vittoria nella storia dei rally mondiali, lasciandosi alle spalle i migliori specialisti dei team ufficiali.
Il 1980 è l'anno del passaggio all'Opel Ascona 400, con la quale, nel 1981, coglie il suo quarto alloro nel Campionato Italiano Rally, portando alla prima affermazione a livello nazionale una vettura preparata da Conrero.
Nel 1982 con la medesima vettura ottiene la definitiva consacrazione a campione della specialità nel palcoscenico internazionale: Tony si laurea Campione Europeo Rally, vincendo alcune tra le più difficili gare del circuito europeo (Madeira, Ciprus e Costa Brava).
Nel 1983 accetta di partecipare ad un progetto ambizioso: collaborare con la scuderia Pro.Motor.Sport e l'amico preparatore Giuliano Michelotto allo sviluppo della Ferrari 308 Gruppo B, con l'obiettivo di raggiungere un livello di competitività tale da combattere per la vittoria finale contro lo squadrone ufficiale delle Lancia 037 Rally.
Grazie alle indicazioni fornite dal rallista di Valdobbiadene, il team riesce a trovare il set-up per sfruttare al massimo le nuove gomme, il potente motore a 32 valvole ed il cambio ad innesti frontali. Nelle gare della seconda parte della stagione Tony ottiene risultati di rilievo, ma il ritardo accusato nelle prime uscite stagionali risulta fatale per la conquista dell'ennesimo titolo nazionale.
Nel 1984, conclusa l'annata precedente con propositi di ritiro, non perde l'occasione di salire sulla Lancia 037 al Rally Targa Florio, gara d'apertura della stagione. Guidando all'attacco per tutta la corsa, anche se al debutto con questa vettura, a dimostrazione della sua estrema duttilità, frutto del talento innato e dell'esperienza maturata sui campi di gara, ottiene la vittoria finale.

Home Page | Chi sono | Le mie gare | I miei video | Speciale Rallylegend | Speciale Rally Event | Fotografie per modello vettura | Le Vostre Foto | Filmati | Schede vetture | Schede Piloti | Schede Navigatori | Schede Scuderie | Link | Contatti | Manda le tue foto | Firma il libro degli Ospiti | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu